Ultima modifica: 19 Aprile 2016

Incontro Senza Zaino

foto-2Venerdì 14 marzo 2014 dalle 17:00 alle 19:00 nella sala del consiglio comunale di Cascina si è svolto un incontro informativo sul progetto Senza Zaino per tutti i docenti dell’istituto e per i rappresentanti del Consiglio d’Istituto.

Il progetto “a scuola senza zaino” è un diverso modo di fare scuola che si sviluppa nelle scuole primarie ed è nato poco più di 10 anni fa in Toscana. Ad oggi sono circa 60 gli Istituti in Italia interessati e tra questi molti toscani e nella provincia di Pisa: si toglie lo zaino, un gesto reale (infatti gli studenti delle scuole sono dotati di una cartellina leggera per i compiti a casa), mentre le aule e i vari ambienti vengono arredati con mobilio funzionale e dotati di una grande varietà di strumenti didattici sia tattili che digitali. Ma togliere lo zaino ha anche un significato simbolico in quanto vengono realizzate pratiche e metodologie innovative in relazione a tre valori a cui il progetto si ispira: la responsabilità, la comunità e l’ospitalità.
Ecco quindi che gli spazi cambiano: i banchi scompaiono a favore di tavoli dove gli alunni lavorano insieme, l’aula si mostra con una visione diversa con un’agorà, un angolo per la lettura e per il confronto degli alunni; cambiando l’organizzazione degli spazi viene da sé che cambi l’impostazione stessa della didattica.
Proprio per questo è necessaria la collaborazione stretta dell’amministrazione con la scuola, poiché mentre quest’ultima attraverso i suoi docenti deve creare un nuovo modo di approcciarsi all’apprendimento, la prima deve fattivamente intervenire per creare spazi con arredi adatti.
All’incontro hanno partecipato il sindaco Alessio Antonelli, l’onorevole Maria Chiara Carrozza, e la dirigente scolastica del comprensivo di Fauglia, Daniela Pampaloni, che ha presentato il progetto essendo una delle prime dirigenti ad aver sperimentato il senza zaino nel suo istituto.
L’onorevole Carrozza ha fatto un intervento incentrato sull’impotanza della progettazione nelle scuole e sull’opportunità offerta dal Senza Zaino.

Articolo de “IL TIRRENO”